È una festa per i sensi

È una festa per i sensi

L’estate in Val Venosta  ha l’odore dell’erba appena tagliata e della terra calda. Il sapore è quello delle albicocche mature e del vino frizzante. Le vette dei tremila metri spiccano ad altezze ariose e le terrazze assolate invitano al dolce far niente. All’Hotel Weisses Kreuz celebriamo qualcosa che finora apparteneva solo al passato: la villeggiatura. Si tratta di un momento di pausa dalle attività quotidiane, di una straordinaria occasione di riprendere fiato e riprendere le forze. In montagna e nella valle. Per pedes e per pedales. Per il corpo e lo spirito.

Passeggiate e arrampicate

Aspirare alle vette più alte. Cercare ampi spazi. Da noi nell’Alta Val Venosta vanno bene entrambi. Ambiziosi alpinisti provano la gioia dei tremila metri del Parco nazionale dello Stelvio. I quasi cento ghiacciai del gruppo Ortles-Cevedale promettono una villeggiatura sulle nevi eterne. La scalata al “re Ortles” è il coronamento sportivo di una attiva vacanza estiva in Alto Adige. Gli escursionisti meno sportivi e gli appassionati troveranno numerosi percorsi e sentieri nella valle. Ad esempio lungo le roggi secolari, le cosiddette "Waale".

Suggerimenti personali della vostra ospite Marlene Theiner: “Punta Beltovo di Dentro – il più semplice tra i tremila metri della regione. Con una escursione di 2,5 ore si raggiunge la vetta a 3.325 metri. La vista è mozzafiato. L’Ortles, il Gran Zebrù e il Cevedale sembrano vicinissimi. L’estate in Val Venosta  offre anche grandi emozioni!

Bici e moto

Diventerete frontalieri al crocevia di tre nazioni: Italia, Austria e Svizzera. Soprattutto se spingete con forza sui pedali. Infatti, in una vacanza estiva in Val Venosta avrete ampia scelta anche per le due ruote: la pista ciclabile è un vero paradiso per i ciclisti e gli amanti delle bici elettriche. La Muta di Malles con i suoi percorsi e le sue piste è un vero parco giochi per amanti di mountain bike e down hill.

La vostra padrona di casa Marlene consiglia: “La mia escursione preferita è il tour dei Laghi del Prete, per il quale sono necessarie almeno tre ore.  Si parte direttamente da Burgusio in direzione del Lago di San Valentino alla Muta, proseguendo poi per il vecchio maso "Fischgader" – un borgo idilliaco. Il percorso prosegue poi verso la malga Platzer fino alle vecchie rovine di Schafberghütte. Dopo un breve passaggio più intenso si arriva a 2.200 metri alle acque cristalline dei Laghi del Prete con la sua fantastica vista. Il ritorno passa da Plantapatschhütte e dalla vecchia via carrabile fino a Burgusio.”

Gastronomia

Villeggiatura a Burgusio significa soprattutto una cosa: una straordinaria esperienza culinaria. Il nostro borgo di 800 anime a volte sembra essere rimasto fuori dal tempo. Originale, autentico, vero. Viviamo come mangiamo. Con specialità gastronomiche regionali e creazioni dalle aree del sud. Con un ottimo bicchiere di vino o un massaggio tonificante. Oppure avete voglia di scoprire alcuni dei “luoghi preferiti“ dei vostri padroni di casa?

La VenostaCard

Come esercizio aderento vi consegneremo la VenostaCard al vostro arrivo. È valida per tutto il vostro soggiorno e vi permette seguenti vantaggi:

  • L’Utilizzo gratuito del treno della Val Venosta e tutti gli altri mezzi pubblici dell’Alto Adige
  • Sconti di almeno 10% per l’utilizzo delle funivie e per l’ingresso nei musei e nei parchi sportivi e di divertimento.
  • La possibilità di usufruire di servizi aggiuntivi, riservati esclusivamente ai possessori della VenostaCard